AsiaBali

NEL CUORE DI BALI: COSA FARE AD UBUD

COSA-FARE-AD-UBUD

Ci sono talmente tante cose da fare ad Ubud e dintorni che risulta difficile scegliere cosa visitare al primo colpo.

Purtroppo, per chi ha le due canoniche settimane di ferie all’anno per programmare il Viaggio con la V maiuscola, il fatto di dover scegliere cosa vedere e cosa no a volte diventa essenziale per evitare di perdere troppo tempo direttamente sul luogo.

Bali

Ubud è il fulcro culturale di Bali. Fare base qui per più giorni è sempre la scelta migliore perché, nonostante non ci sia il mare (e credetemi che il mare migliore si trova alle Isole Gili e non a Bali), qui ci si trova praticamente al centro dell’Isola degli Dei.

Ubud è cultura, è il punto di partenza per l’esplorazione di Bali, è vita.
Nel centro della città si concentrano una grande quantità di ristoranti, warung, caffè, negozi di abbigliamento e di artigianato, senza tralasciare ovviamente alloggi a buon prezzo.
C’è da dire però, in tutta onestà, che insieme a tutto ciò si concentra anche una grande quantità di traffico.

Basta immergersi in qualche tempio della città o uscire di qualche chilometro, per rimanere piacevolmente sconvolti da quell’atmosfera che per molti rappresenta la massima espressione di Bali.

Come già specificato, fare base ad Ubud per più giorni é la scelta migliore per poter visitare i dintorni grazie all’aiuto di un driver esperto che vi porterà alla scoperta delle zone migliori (se avete molto tempo da dedicarci potete anche decidere di affittare degli scooter per muovervi in completa autonomia).
Templi sacri a Bali

Musicisti balinesi
Ma partiamo dall’inizio: cosa fare ad Ubud senza doversi muovere con qualche driver o senza dover noleggiare uno scooter? Nonostante vi abbia parlato del traffico in città, vi assicuro che muoversi a piedi non sarà difficoltoso né tanto meno fastidioso.
Mettetevi delle scarpe comode e preparatevi a macinare chilometri su chilometri per assaporare a pieno il vero cuore di Bali.

COSA FARE AD UBUD SENZA UN DRIVER?

SACRED MONKEY FOREST SANCTUARY

Non molto lontano dal centro di Ubud – nel villaggio di Patdangtegal – si trova una delle attrazioni principali della zona.
Il Sacred Monkey Forest Sanctuary – conosciuto anche come Foresta delle scimmie – è un centro per la conservazione della fauna selvatica ed è un sito importantissimo per il villaggio stesso.
Se non avete mai visto delle scimmie da vicino e volete rimediare, questo è il posto giusto.

Con una piccola fee d’ingresso potrete esplorare questa lussureggiante foresta, esplorando templi ed osservando – e giocando a volte – con più di 700 scimmie.
Attenzione però a seguire le indicazioni fornite dagli addetti e dai cartelli sparsi ovunque.Monkey Forest Ubud

MERCATO DI UBUD

La mia passione per i mercati quando sono in viaggio è ormai risaputa.
In Asia è un’esperienza quasi mistica, da fare almeno una volta nella vita, perché si è travolti da scene di vita quotidiana che amplificheranno maggiormente la vostra percezione di essere dall’altra parte del mondo.

L’Ubud Art Market è sicuramente diventato un mercato puramente turistico, ma qui troverete migliaia di oggetti a prezzi molto bassi.
Curiosate tra le mille bancarelle, perdetevi in mezzo alle tipiche borse di rattan e cercate un ricordo da portare a casa. Però non dimenticatevi di contrattare!

CONCEDETEVI DEL SANO RELAX CON UN MASSAGGIO BALINESE

Un altro dei motivi per cui non si può non amare l’Asia? I massaggi.
L’arte dei massaggi è antica e a Bali non mancano moltissimi centri e SPA che offrono i loro ottimi servizi ai clienti che desiderano concedersi un po’ di pace.

Il massaggio balinese è ottimo per rimettervi in pace con il mondo e con il vostro io più interiore, e complice l’atmosfera rilassata di Ubud sarà ancora più piacevole.
Tra le SPA più famose ci sono la Karsa SPA – immersa nelle risaie – e la Cantika SPA, un’oasi di trattamenti balinesi, bagni floreali e relax. Se volete provare una di queste vi consiglio di prenotare con anticipo perché sono sempre abbastanza piene.
Se volete approfittare di un buon trattamento in centro invece vi consiglio la Fresh SPA.

Dimenticavo: scordatevi i prezzi italiani!Risaie a Bali

CAMPUHAN RIDGE WALK

Quando ti immagini Bali pensi al verde lussureggiante delle risaie che spopolano sul web e sulle riviste di viaggio.
Ad Ubud ti aspetti di trovare verde ovunque e, per trovare un questo lato naturale, bisogna fare delle piacevoli passeggiate appena fuori dalla città.

Uno dei posti più conosciuti per immergersi in un sentiero circondato dal verde è il Campuhan Ridge Walk.
Basterà infatti camminare per circa 1km al di fuori dal centro di Ubud per arrivare all’ingresso di questa famosa camminata. Preparatevi a ritrovarvi immersi nel silenzio e nella pace che solo Madre Natura può regalare.

Nonostante molte volte sia tralasciata per dedicare tempo ad altre attrattive, io inserisco questa passeggiata in cima alla lista delle cose da fare ad Ubud.
Provare per credere!CAMPUHAN RIDGE WALK

PALAZZO REALE E PURA TAMAN SARASWATI

Il Palazzo Reale – che si trova esattamente nel centro di Ubud – è la residenza del sovrano ed è in parte aperto al pubblico.
L’architettura è semplice e introduce allo stile balinese, però vale una visita.

A pochi passi si trova il Pura Taman Sawaswati, il tempio dedicato alla dea delle arti e della saggezza, diventato popolare grazie alle due vasche all’ingresso strabordanti di fiori di loto.
Per un ultimo stop in puro stile turistico, sorseggiate una bevanda al Lotus Cafè, con una bellissima terrazza proprio a ridosso dei fiori di loto.PURA TAMAN SARASWATI

FARE YOGA

Una delle attività preferite dei turisti a Bali è fare yoga.
Nell’isola indonesiana troverete centri per praticare questa antica arte ad ogni angolo ed ogni hotel offrirà sicuramente qualche lezione per gli ospiti.

Proprio ad Ubud ha sede lo Yoga Barn – creato dai fondatori allo scopo di riunire comunità – diventato un famoso centro che offre una gamma infinita di corsi per il benessere psico-fisico: yoga, pilates e altre discipline orientali.

Sogna,Crea,Viaggia Travel Designer

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!
Elisa - Tripvillage
Elisa - Tripvillage
Nata con la passione della danza, mi avvicino ai viaggi solo nel 2007 a seguito di un infortunio al ginocchio: da quel momento non mi sono più' fermata! Sono felice con un viaggio prenotato e la mia macchina fotografica tra le mani. Il pensiero di poter visitare tutto il mondo mi fa battere forte il cuore: da qui nasce il mio nuovo progetto lavorativo, perché dietro ad una scrivania non ci riesco proprio a stare! Interista nel cuore e amante degli animali.
TRIPVILLAGE - Blog di viaggi
Leave a Comment