TIPSVarie

Cosa fare quando si perde un volo

cosa-fare-quando-si-perde-un-volo

Cosa fare quando si perde un volo? Sinceramente non ci avevo mai pensato sinceramente.
Mai fino a quando – nel gennaio 2016 – il momento è arrivato anche per me: per la prima volta in vita mia mi sono sentita dire che il gate era ormai chiuso.

Chiuso.
Closed.
Fermé.
Cerrado.
Geschlossen.

Per una serie di coincidenze sono arrivata giusto in tempo di fronte al Gate – dopo una corsa che manco Usain Bolt per vincere l’oro alle Olimpiadi avrebbe fatto – per sentirmi dire dall’addetto: “Ho appena chiuso!“.

Se il primo istinto è stato quello di piangere, dopo mezzo secondo sono scoppiata in una risata fragorosa ed ho solo pensato che prima o poi poteva succedere.
Grazie a questo inconveniente mi è venuto in mente di scrivere questo post, per darvi qualche consiglio utile nel caso vi capitasse di trovarvi nella mia stessa situazione.

Ovviamente si parla di perdita del volo per “propria colpa”. Nel caso di connessioni perse per ritardi dei voli precedenti quello è un capitolo a parte.

Cosa fare quando si perde un volo

Cosa fare quando si perde un volo?

TENTARE

Questa è una cosa da fare assolutamente in ogni caso!
Se sapete che il vostro Gate è ancora aperto: TENTATECI!
Ai controlli ho chiesto a tutte le persone davanti a me in fila – con tanto di occhioni in stile Gatto con gli Stivali di Shrek – di lasciarci passare perché era già iniziato l’imbarco e, per fortuna, sono stati tutti gentilissimi.
Dopo i controlli ho corso come una forsennata fino al Gate e, se non fosse stato per l’attesa al controllo specifico dello zaino, non sarei qui a scrivere questo post.
E a ridere ripensando alla scena della corsa.

NON DISPERATE

C’è sempre una prima volta!

Prendetela così, è un’esperienza di viaggio anche questa.
Si certo, è un po’ frustrante ma potrebbe capitare.
Nella vita c’è ovviamente di peggio, quindi su con il morale e pronti per attuare un piano B.

Cosa fare quando si perde un volo

CERCATE UN ALTRO VOLO

Dopo lo sconforto iniziale, se come me avete già fatto i controlli di sicurezza e siete arrivati davanti al Gate, cercate un’addetta aeroportuale che vi accompagnerà nuovamente alla zona dei check-in e che nel frattempo vi spiegherà come muovervi.

Se invece siete arrivati così tardi da non riuscire nemmeno a fare i controlli, cercate da soli il customer service della vostra compagnia aerea (o di un’altra nel caso ci fossero voli disponibili prima, che possano andarvi bene in termini di tempo e/o di denaro) per farvi dire eventuali soluzioni e tariffe alternative.

Se l’aeroporto dove vi trovate non ha il wifi oppure, non riuscite a connettervi alla rete, dovete assolutamente affidarvi al banco informazioni sopra citato.
Se invece avete una SIM internazionale o vi affidate ad un WiFi portatile da viaggio, andate alla ricerca di un nuovo volo di ritorno e prenotatelo direttamente dal web: risparmierete sicuramente qualche soldino.

FATE AMICIZIA

Non potete nemmeno immaginare quante persone troverete nella stessa situazione!
Nel momento in cui siamo rimasti seduti a riprenderci dalla mega corsa, non facevamo altro che vedere gente che correva ai controlli per poi rivederla tornare indietro dopo meno di mezz’ora come abbiamo fatto noi.

Quindi, perché rimanere imbronciati? Noi abbiamo fatto amicizia con un sacco di ragazzi: polacchi, tedeschi, spagnoli e per ultima una ragazza italiana che vive in Gran Bretagna da due anni circa e con la quale abbiamo passato tutta la notte a chiacchierare.
E’ un buon modo per allenare il vostro inglese (o qualsiasi altra lingua) e per far passare il tempo più velocemente.

Cosa fare quando si perde un volo

Ah, io mi trovavo a Londra.
E a voi è mai capitato di perdere un volo?

Mi raccontate la vostra storia e ne ridiamo insieme?

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!
Elisa - Tripvillage
Elisa - Tripvillage
Nata con la passione della danza, mi avvicino ai viaggi solo nel 2007 a seguito di un infortunio al ginocchio: da quel momento non mi sono più' fermata! Sono felice con un viaggio prenotato e la mia macchina fotografica tra le mani. Il pensiero di poter visitare tutto il mondo mi fa battere forte il cuore: da qui nasce il mio nuovo progetto lavorativo, perché dietro ad una scrivania non ci riesco proprio a stare! Interista nel cuore e amante degli animali.
TRIPVILLAGE - Blog di viaggi

17 Comments

  • Ciao! Una volta dovevo prendere un volo per Berlino con un amica (non troppo abituata a prendere i voli), ci siamo attardate a fare colazione prima dei controlli di sicurezza e ho scoperto che dovevamo essere al gate d imbarco entro 5 minuti! Tecnica degli occhioni, ci hanno fatto passare tutti, mega corsa al gate con la mia amica zoppicante dietro perché ai controlli le avevano fatto togliere gli scarponcini..alla fine non avevano ancora aperto l’imbarco perché l’aereo era leggermente in ritardo 😀 abbiamo riso per tutto il volo!

    • Si guarda, io rido ancora ora (anche se io il volo l’ho effettivamente perso!)
      Al momento ti viene addosso la tristezza cosmica, poi o la prendi cosi o rimani imbronciato tutto il tempo 🙂
      Si ecco, diciamo che al ritorno ti viene ancora più da ridere… all’andata forse ti arrabbi se pensi che ti perdi tutto!
      L’importante é che l’abbiate preso, dai 😉

    • Ciao Erica! E’ stata una serie di coincidenze mostruose… e se all’inizio lo sconforto era tanto, ti dirò che ci siamo fatti tante di quelle risate poco dopo, ricordando la corsa a perdifiato e le “sfighe” che ci sono capitate 🙂
      Era un volo low cost, però diciamo che può essere una buona base di partenza per avere un’idea nel caso succeda qualcosa!

  • Dal momento che ho vissuto “live” tutta la corsa contro il tempo ora mi viene da ridere a rileggerla ma fosse successo a me li per li sarei impazzita.
    Poi si sa una notte sul pavimento dell’aeroporto non ha ucciso mai nessuno 😀

    PS la prossima volta prendi il treno vero?

  • Felice di aver vissuto virtualmente con te questa esperienza 🙂 Non avevo dubbi che l’avresti affrontata così.. con il sorriso sulle labbra <3

  • Noooooooo cavolo ma che sfiga, proprio per un secondo!!
    Non mi è mai successo . L’unica volta che ho rischiato, facendo una mega corsa per TUTTO l’aeroporto di Copenaghen (dove ovviamente i voli low cost sono nell’angolo più sperduto) per fortuna erano in ritardo con l’imbarco e siam riusciti a metterci in fila per ultimi!!

    • Esatto… qualche secondo!
      Se all’inizio volevo piangere poi l’ho presa bene, si impara sempre qualcosa no?
      Se ci ripenso rido ancora…. forse perché mi è andata bene che non ho speso tanto per il volo di ritorno 🙂

    • No ma Manu, la scena è stata memorabile!
      Ti dico solo che mi sta passando oggi il mal di gambe dalla corsa fatta…
      Al Gate io sono arrivata quando tutti stavano già sull’aereo ma l’addetto era ancora presente, peccato che stessi aspettando il mio amico che era rimasto ai controlli di sicurezza con i nostri due zaini perché la “gentile” signora ha gentilmente risposto NO alla mia richiesta (quasi in ginocchio) di controllare prima i nostri perchè il gate era già aperto!
      Quindi al gate mi hanno fatto il countdown di 5 minuti e al momento in cui ho visto arrivare il mio amico di corsa, mi sono voltata e lui mi ha guardato e mi ha detto “mi spiace, ho chiuso!”

      Ho persino detto allo stewart che mi sarei messa a piangere se non avesse aspettato ma non si è impietosito! E poi sono scoppiata a ridere ahahah

Leave a Comment