CONSIGLI DI VIAGGIOTIPS

6 CONSIGLI UTILI PER VIAGGIARE IN MODO RESPONSABILE

viaggiareresponsabilmente

Viaggiare è una delle esperienze migliori che ci siano nella vita.
Viaggiare responsabilmente, rispettando l’ambiente e la cultura che stiamo per scoprire, amplifica maggiormente in vero significato del viaggio stesso.
Non significa solamente immergersi completamente nei profumi, nei sapori, nelle tradizioni dei posti che stiamo visitando, ma ci permette anche di vivere al meglio sapendo che stiamo facendo qualcosa che protegge l’ambiente ed i Paesi stessi dall’impatto che il turismo di massa sta avendo su alcuni luoghi.

Inquinamento a Phu Quoc in Vietnam

Negli ultimi anni la questione dell’inquinamento è diventata sempre più seria e sia i consumatori finali che i brand si stanno responsabilizzando, al fine unico di salvaguardare il nostro pianeta.
Molti hotel stanno apportando delle modifiche – o meglio ancora vengono costruiti – con mentalità eco-friendly ed è una caratteristica a cui mi piace far caso quando prenoto il mio prossimo viaggio.

camminare sul ponte di Brooklyn

Nel mio piccolo mi sento quindi di darvi questi 6 super consigli per viaggiare in modo responsabile e sostenibile.

TURISMO RESPONSABILE: I MIEI CONSIGLI PER VIAGGIARE RESPONSABILMENTE E RISPETTARE L’AMBIENTE

VIAGGIARE RESPONSABILMENTE: NO ALLA PLASTICA USA E GETTA

Avete mai pensato alla quantità di bottiglie di plastica che avete comprato e/o alle borse di plastica usate durante uno dei vostri viaggi mentre siete in vacanza?
Ridurre o eliminare completamente l’uso della plastica usa e getta è un ottimo primo passo per rendere il vostro viaggio più sostenibile.

Qualche idea?
Portate sempre con voi uno zainetto o quelle borse riutilizzabili in cotone che si trovano spesso in tanti negozi (così avete anche una scusa per fare shopping!) in modo da non aver bisogno di farsi dare le classiche borse di plastica quando si compra qualcosa mentre si è in giro.
Invece di comprare l’acqua in bottiglie di plastica, comprate una di queste bottiglie eco-friendly da riempire all’occorrenza.

Per esagerare potete anche portarvi dei contenitori di snack da usare giornalmente, in modo da avere uno spuntino sano e pronto all’uso senza che nulla si rovesci in borsa.
E le cannucce? Imparate a dire di no, a meno che non siano quelle ecologiche in bamboo, che potete comprare anche per casa. Sono belle e rispettano l’ambiente.cannucce ecologiche Gili Air

VIAGGIARE RESPONSABILMENTE: USATE PRODOTTI NATURALI

I prodotti naturali sono buoni sia per il corpo che per l’ambiente!
Informandomi per questo post, ho scoperto che ci sono luoghi nel mondo dove le normali creme solari non sono ad esempio ammesse in quanto contengono sostanze dannose per l’ambiente.

Fortunatamente, al giorno d’oggi, esistono tantissime linee di prodotti naturali che possono accompagnarvi in viaggio (e non! Ricordate di volervi bene anche a casa), dai solari, alle creme corpo ai cosmetici e oltre.
Unite il turismo responsabile all’amore per il vostro corpo.
Io nel mio piccolo cerco sempre di comprare prodotti naturali e soprattutto che non sono testati sugli animali.

Per approfondire: Viaggio responsabile in Thailandia: dove vedere gli elefanti
Tramonto a Gili Trawagan

VIAGGIARE RESPONSABILMENTE: COMPRATE LOCAL!

Lo shopping fa sempre parte del viaggio, no?
Comprare da fornitori locali, che vendono merce prodotta e fabbricata (o coltivata) nel luogo che state visitando è ecologico e riduce l’impatto ambientale dell’importazione delle merci.

In alcuni Paesi c’è l’obbligo di contrattare ma fatelo con educazione e con rispetto, dando il giusto e vero valore a quell’oggetto anche per chi lo vende e/o lo ha prodotto.
Mercato a Gerusalemme
Non comprate souvenir super turistici che prima o poi dimenticherete in qualche scatolone in casa,ma piuttosto acquistate qualcosa di tipico – che abbia un significato per voi e che rappresenti quel Paese nel vostro cuore – e rimarrà un oggetto dal valore inestimabile.

comprare da artigiani locali in viaggio

VIAGGIARE RESPONSABILMENTE: NON SPRECATE L’ACQUA!

Questo è il tipo consiglio valido sia per la vita quotidiana che per un viaggio.

Dopo una lunga giornata in giro ad esplorare la doccia è ovviamente d’obbligo, ma provate ad evitare di lasciar scorrere l’acqua per un’infinità di minuti o ricordatevi di chiudere il rubinetto mentre vi state lavando i denti.

Riutilizzate gli asciugamani e non gettateli a terra dopo un utilizzo solo perché siete in viaggio, non credo che a casa vostra li usiate solamente per una giornata quindi perché farlo in hotel?
Come detto in questo post – dove vi raccontavo la mia esperienza in un eco resort a Phu Quoc in Vietnam – ho notato che ultimamente vengono spesso indicate piccole note di promemoria anche in molti hotel dove per fortuna si inizia ad avere un occhio di riguardo verso l’ambiente.

Divertimento a Santo Domingo

VIAGGIARE RESPONSABILMENTE: UTILIZZARE I MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICI LOCALI

Quando visitate un Paese concedetevi il “lusso” di viaggiare con i mezzi di trasporto locali.

Nel Sud Est Asiatico può risultare una vera impresa, lo ammetto, ma è comunque una parte di viaggio che vi rimarrà per sempre nel cuore e nel vostro piccolo state facendo qualcosa per inquinare di meno.
Nonostante molte volte tanti mezzi di trasporto non siano poi così nuovi ed attenti all’ecologia, si utilizzano meno veicoli personali per affidarsi quindi al vecchio e caro mezzo di trasporto pubblico.Ovviamente non è sempre possibile – ed io stessa sono un’amante degli on the road e dei viaggi super indipendenti – ma ricordate che è anche un bel modo per ammirare i paesaggi e per conoscere molti locals.

Se viaggiate in aereo, ricordate che molte compagnie aderiscono al Carbon Offset program, il programma per la raccolta di contributi finanziari dedicati a progetti che aiutano a ridurre le emissioni di CO2 in vari settori, o che incoraggiano nuovi progetti di energia sostenibile nel tentativo di bilanciare il danno che i nostri voli fanno al pianeta.
Se potete prendete inoltre dei voli diretti, in quanto gli aerei bruciano più carburante nella fase di decollo.
Bus ad Hanoi Vietnam

VIAGGIARE RESPONSABILMENTE: SVOLGETE ATTIVITÀ ECO FRIENDLY

Noleggiate una bicicletta, usate le vostre gambe e andate a fare una passeggiata (alle Isole Gili ad esempio è d’obbligo).
Usare la bicicletta o camminare è un ottimo modo per godersi i panorami in modo tranquillo e ci sarà sempre la possibilità di scambiare quattro chiacchiere con la gente del luogo.
bambini a Gili Trawagan

Nuotate (sempre con l’attenzione ai prodotti di cui parlavamo qualche paragrafo fa), stendetevi al parco o in spiaggia, praticate yoga all’aria aperta in qualche classe aperta al pubblico e chi più ne ha più ne metta.

Ognuna di queste attività ha un impatto quasi pari a zero ed oltre che a fare movimento, fate del bene anche all’ambiente.
Visitare le Everglades in bicicletta

Questi sono i miei sei consigli utili per viaggiare in modo responsabile, e i vostri?
Avete qualche consiglio che cercate sempre di utilizzare?

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!
Elisa - Tripvillage
Elisa - Tripvillage
Nata con la passione della danza, mi avvicino ai viaggi solo nel 2007 a seguito di un infortunio al ginocchio: da quel momento non mi sono più' fermata! Sono felice con un viaggio prenotato e la mia macchina fotografica tra le mani. Il pensiero di poter visitare tutto il mondo mi fa battere forte il cuore: da qui nasce il mio nuovo progetto lavorativo, perché dietro ad una scrivania non ci riesco proprio a stare! Interista nel cuore e amante degli animali.
Tripvillage - Travel Blog di Elisa

4 Comments

  • Non avevo pensato al discorso dei souvenir: non li compro mai ma in effetti l’acquisto di oggetti di artigianato è un ottimo modo per contribuire all’economia locale.
    Oltre al consumo dell’acqua mi viene in mente anche quello del riscaldamento quando si viaggia in un posto freddo: capisco la necessità di trovare una camera calda al rientro, ma certi hotel che mettono la temperatura a 28 gradi in camera non li capisco proprio.
    Poi non mangio nelle catene internazionali, ma questo anche per motivi “di gusto” oltre che etici 😉

    • Vero!!! hai ragionissima!!!
      Per le temperature sia il caldo che il freddo in effetti. Una volta a NYC in inverno ho dovuto chiamare per far spegnere il riscaldamento perché ero in canottiera in camera!
      Per il cibo sempre e solo local, fa parte del viaggio anche questo!
      Grazie Silvia!

Leave a Comment