AsiaGiordania

VISITARE PETRA – CONSIGLI UTILI PER SCOPRIRE LA CITTÀ PERDUTA

VISITARE PETRA

Petra è la ragione principale per cui moltissime persone decidono di fare un viaggio in Giordania.
Non tutti forse sanno che la città fu costruita dai Nabatei oltre duemila anni fa e – dopo un devastante terremoto – il suo ingresso venne coperto e la cittadina divenne un luogo nascosto fino al 1800 quando un viaggiatore europeo riscoprì questa meraviglia, per riportarla agli occhi del mondo moderno.

La sua storia e la sua architettura sono così affascinanti che il 7 luglio 2007 Petra è stata dichiarata come una delle Nuove Sette Meraviglie del Mondo Moderno.
Il Tesoro di Petra

Visitare Petra è una delle esperienze di viaggio più emozionanti che abbia mai fatto. Nonostante sia maggiormente conosciuta per il Tesoro, è però importante ricordare che Petra è molto di più.

Petra è una città, non è solo un monumento.

Trascorrere del tempo qui vi porterà quasi in un’altra dimensione.
Bisogna prendersi del tempo, il proprio tempo, ed esplorare tutto ciò che offre per capirla a fondo.
Bisogna camminare e camminare per tutto il giorno, sotto il sole e con poco (o zero) riparo, per vedere e capire la vera grandezza e le dimensioni di questa antica città perduta.

Lasciatevi travolgere dalla sua storia e dalla sua fama. Non vi deluderà.

Cuccioli e animali a Petra

 

VISITARE PETRA: COSA SAPERE?

DOVE SI TROVA PETRA?

Petra si trova nella zona centro-sud della Giordania, a circa tre ore di auto da Amman e ad un’ora e mezza dal Wadi Rum.
Quando si fa riferimento a Petra si intende solamente – ed effettivamente – la sola Città Perduta.
Il paese in cui cercare alloggio si chiama Wadi Musa.

QUANTO TEMPO È NECESSARIO PER VISITARE PETRA?

Arrivando in auto, ed in base all’orario di arrivo, è bene pensare di programmare almeno un paio di notti se si vuole dedicare alla visita di Petra un’intera giornata e se avete in programma di vedere anche Petra by Night.
Se invece pensate di visitare Petra in un paio di giorni e/o di vedere anche Piccola Petra allora tenete conto tre notti.

Io sono entrata all’apertura alle 6 e sono uscita alle 18:30 e circa. Ho praticamente fatto il giro dell’orologio senza mai fermarmi molto. È stancante e se non siete abituati potrebbe essere troppo.

animali a Petra

QUANDO È IL PERIODO MIGLIORE PER VISITARE PETRA?

La primavera e l’autunno sono i periodi migliori (tra marzo e maggio e tra settembre e ottobre), quando le temperature sono piacevoli e le giornate sono lunghe.
Gli inverni possono essere freddi – ho visto foto di Petra con la neve – e le estati estremamente calde.

Non sottovalutate il fattore sole: io sono stata ad aprile e mi sono ustionata. Quindi anche se viaggiate in primavera ricordatevi la crema solare.
Petra

QUANTO COSTA VISITARE PETRA?

Il prezzo per il biglietto giornaliero per la visita di Petra è di 50 JD (al cambio circa 60 euro) se dormite almeno una notte in Giordania.
Se arrivate da un Paese vicino solo per vedere Petra, e non soggiornerete in Giordania, il prezzo è di 90 JD (circa 110 euro).
Per pass di più giorni trovate qui le info.

Per Petra by Night bisogna prendere un biglietto a parte e costa 17 JD (circa 20 euro).
Se avete in programma un viaggio in Giordania – pronti a scoprire le altre bellezze oltre a Petra – controllate le attrazioni che volete visitare perché potrebbe essere più conveniente fare il Jordan Pass.

VISITARE PETRA: GLI ORARI

L’antico sito di Petra ed il relativo Visitor Center sono aperti tutti i giorni dalle 6 di mattina alle 6 di sera in estate, ed in inverno dalle 6 di mattina alle 4 di pomeriggio.

Nessuno vi verrà a recuperare per uscire, tenete d’occhio l’orologio e incamminatevi da soli. Non sono così puntuali alla chiusura (io per esempio sono uscita tra le 18:30 e le 19 circa) ma evitate di rischiare.

VISITARE PETRA: PETRA BY NIGHT SI O NO?

A mia modesta opinione, un viaggio a Petra non è completo se non comprende la visita del sito sia di giorno che di sera.
Petra by Night è esattamente lo spettacolo di magia pura che ognuno si aspetta.

E’ tutto organizzato alla perfezione e sembra veramente di assistere ad un piccolo show.

Tre sere a settimana (lunedì, mercoledì e giovedì) alle 20:30 si parte dal Visitor Center e si percorre il Siq fino ad arrivare al Tesoro, il tutto illuminato solamente da candele.

Consiglio personale: fate in modo di visitare Petra by Night prima e di trascorrere la giornata a Petra dopo. Altrimenti secondo me perde un po’ di fascino.Petra by night

VISITARE PETRA: GLI IMPERDIBILI

IL SIQ

Il Siq è il canyon che costituisce la principale via d’ingresso a Petra.
E’ una gola che percorrerete per circa 1,5 km e termina proprio di fronte al Tesoro.Il Siq di Petra

IL TESORO DI PETRA

È il monumento più famoso di Petra. La sua facciata alta circa 40 metri vi apparirà dopo aver percorso il Siq, sbucando segretamente dopo la piacevole passeggiata.

Io mi sono fatta guidare da un beduino ed ho letteralmente scalato le rocce per raggiungere un punto con una vista invidiabile.
Con il senno di poi è stato leggermente pericoloso – ed ho anche saputo che non sono autorizzati a farlo e che potrebbero arrestarli – ma ogni tanto qualche pazzia vale farla, no?Il tesoro di Petra

Il Tesoro di Petra dall'alto

IL MONASTERO DI PETRA

Preparatevi ad una salita leggermente faticosa: circa 850 scalini per raggiungere questa opera d’arte, alta 48 metri e larga 47 metri.
È decisamente più maestoso del Tesoro, che deve molto al suo ingresso così nascosto e ben custodito dal Siq.

Durante il percorso per salire al Monastero verrete sorpassati da turisti che decidono di affidarsi ai muli: per favore, non prendeteli! Li ho visti sofferenti a fare avanti e indietro sotto al sole cocente.Il Monastero di Petra

ALTARE DEL SACRIFICIO

L’Altare del Sacrificio si trova in un punto centrale di Petra, su di un’altura da cui si ha una vista estesa della Città Perduta. Il luogo in se ha pochi resti ma la vista è veramente formidabile.

Altare del sacrificio a Petra

LA STRADA COLONNATA

Riconoscibilissima anche dall’alto, questa strada larga 6 metri, era la via principale di Petra.
La particolarità sta nel fatto che è delimitata da colonne in arenaria.

TOMBE REALI

Da visitare per avere un’idea anche del modo di affrontare la morte durante il periodo dei Nabatei.
Imperdibile la Silk tomb, grazie alla trama del soffitto di arenaria.

Tombe reali a Petra

Per approfondire sulla Giordania:
Del perché del mio viaggio in Giordania

Sogna,Crea,Viaggia Travel Designer

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!
Elisa - Tripvillage
Elisa - Tripvillage
Nata con la passione della danza, mi avvicino ai viaggi solo nel 2007 a seguito di un infortunio al ginocchio: da quel momento non mi sono più' fermata! Sono felice con un viaggio prenotato e la mia macchina fotografica tra le mani. Il pensiero di poter visitare tutto il mondo mi fa battere forte il cuore: da qui nasce il mio nuovo progetto lavorativo, perché dietro ad una scrivania non ci riesco proprio a stare! Interista nel cuore e amante degli animali.
TRIPVILLAGE - Blog di viaggi
Leave a Comment